Biofood, Healthyliving, Pillowtalk

Cosmofood: tra promozione ed innovazione

    Il Cosmofood, l’evento dedicato al tema food & beverge ha concluso la sua 5^ edizione da pochi giorni.
    L’evento, tenuto presso la fiera di Vicenza, viene principalmente indirizzato ai gestori di bar, ristoranti, hotel, gelaterie, pasticcerie e grossisti prende vita con lo scopo di creare networking e permettere agli espositori la promozione delle delizie del territorio nostrano.
    Ogni anno ospita oltre 500 espositori e 100 seminari, registrando un numero di visitatori, tra impiegati nel settore e semplici curiosi, sempre maggiore di anno in anno.

    Cosmofood "Vetrina di Sapori"
    Cosmofood “Vetrina di Sapori”

    Come oramai vi sarà noto, io rientro nella categoria dei “foodie” ed amanti della buona cucina tradizionale italiana.
    Pago appena 8,00 euro.
    Mi accoglie una vetrina di profumi e sapori tanto inebrianti da sentirne il gusto ancor prima di averlo assaporato.

    Il mio percorso di esplorazione inizia con l’Umbria, per poi finire in Valcamonica.

    Seguo il mio olfatto e mi lancio verso il primo stand.http://jimmytartufi.it
    Mi accoglie una signora simpaticissima che mi offre una degustazione dei loro prodotti. Le tipologie di creme a base di tartufo sono delle autentiche opere d’arte che consiglio ai buon gustai.


    Cosmofood “stand tartufi”

    Non è la prima volta che assaggio il tartufo ma qui si creano delle vere opere d’arte che mi conquistano al primo assaggio. Nel loro sapore delicato si intuisce l’amore e la passione per la loro terra ed il loro lavoro. Mentre le assaporo una nuova ricetta si materializza nella mia mente.
    Mi sento di definirli sublimi!
    Devo vederli nella mia dispensa!

    Più avanti tra il fragore delle voci ed i profumi che si confondono, lassù nell’angolo in alto di uno stand noto con orgoglio i colori dei “quattro mori”.

    Cosmofood “la Sardegna ed i suoi formaggi”

    Una marea di persone sono già accalcate e ipnotizzati dalle voci dei buyer! Non appena mi trovo di fronte allo stand l’istinta sensazione di familiarità è inevitabile.
    La vetrina dei formaggi http://www.monzittafioriformaggi.it diventa un ritorno virtuale alla mia terra.

    Il mio viaggio prosegue in Sicilia dove l’azienda http://www.aranciamato.it ci presenta la loro produzione di Arancie 100% biologiche!
    Nella mia tavola autunnale le arance non possono mancare ancor più un 100-% bio. Niente di più entusiasmante per le mie orecchie!
    Il loro impegno e la genuinità dei loro prodotti si ritrova nella prelibatezza del loro succo!

    Subito dopo mi ritrovo nello stand dedicato alle Marche dove la http://www.bottegadellacuccagna.it per “la amatriciana di amatrice” produce un guanciale a KM0 che sembra quasi sciogliersi in bocca!

    Nel percorso che mi porta al padiglione vengo magicamente attratta verso quello che sarà uno degli ultimi stand che visito prima di cambiare. Quello della Valcamonica.

    Cosmofood “Le capre della Valcamonica”

    Le due signore mi offrono i prodotti ottenuti con le loro capre e dai loro pascoli! Inutile che vi dica che non ho resistito! Dovevo averli!

    Oramai frastornata dalla folla che aveva creato quest’evento sento dallo speaker che sta per tenersi un nuovo seminario con: Marcello Ferrarini chef Gluten Free.
    Big della ristorazione, illustra una ricetta che rispetta sia la nostra italiana sia la filosofia del “senza glutini aggiunti”!
    Con l’autorevolezza e la maestria che lo contraddistingue ci propone una ricetta facile facile: prepara un’orecchietta ed una vellutata di asparagi e porri.
    Orecchietta ottenuta con una pasta priva di emulsionanti.

    Il Cosmofood oltre una serie di degustazioni tematiche dove puoi assaggiare ed acquistare, propone un viaggio tra le più note cantine di vini e birrerie artigianali Made in Italy, oltre alla nota “olimpiadi dei mestieri”.

    Esco da questo evento con un valore aggiunto: conoscenza e rievocazione delle tradizioni.

    “Ho bisogno di conoscere la storia di un alimento. Devo sapere da dove viene. Devo immaginarmi le mani che hanno coltivato, lavorato e cotto ciò che mangio. (Carlo Petrini)”

    Vivy

    Macrolibrarsi.it un circuito per lettori senza limiti

    Lascia un commento

    Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *