Le galline della nonna – Come avere le tue uova bio – parte 1^

Nel nostro piccolo orto, abbiamo deciso di dedicare un’area ad un allevamento che si pensava da tempo: quello delle galline ovaiole e dei loro pulcini!
L’uovo è l’alimento base per la nostra alimentazione, perciò io ho sempre prestato maggiore attenzione alla scelta, prediligendo quelle di produzione biologica, meglio ancora se delle proprie galline.

My hen

In verità creare il proprio pollaio non è poi così difficile come si pensa.

Qui tratteremo due tipi di pollai: domestico e da giardino. Prestando particolare attenzione a quello da giardino.
Utilizzeremo materiale di recupero costruendolo con la “tecnica” del riciclo creativo.
Sono sufficienti solo 3 passaggi!

1) DOVE CREARE IL TUO PICCOLO ALLEVAMENTO.
Dovremo innanzitutto valutare l’ampiezza dell’area che sarà in funzione al numero di galline (io ne ho 5 più il gallo).
Dovete poi considerare due spazi.
a) Area esterna dove rozzoleranno (area benessere);
b) lo spazio notturno dove poi coveranno anche le loro uova.
Io consiglio di tenere lo spazio più esteso per l’area esterna (la mia è intorno ai 30 mq).

My hen1

2) COME CREARE IL TUO PICCOLO ALLEVAMENTO.
Ci occuperemo come prima cosa del recinto. Dal ferramenta ci procureremo una rete metallica molto fina e molto alta. Le nostre galline sono delle ottime atlete! Inoltre, per una maggiore valutazione dell’altezza dovete considerare anche la tipologia degli animali predatori vicini alla vostra abitazione.
Per l’area notturna consiglio materiale in legno. Uno dei riutilizzi più comuni sono i bancali. Altro materiale di facile reperibilità sono le balle di fieno. Ottimi isolanti!! Dove recuperarli? Dal fattore più vicino!

my hen house

3) ALIMENTAZIONE? A COSTO ZERO!
Le galline amano la frutta! Ed in particolar modo gli scarti di frutta! Vanno ghiotti dei nostri rifiuti organici. Pensate che possono arrivare a consumare fino a 150 kg di frutta e verdura all’anno regalandoci ogni giorno uova fresche!

si cena!

Lo spazio per le loro uova l’ho creato con dei vecchi cestini di vimini che conservavo ed ho avuto ora modo di riciclare. L’ho ultimato aggiungendo un pò di fieno per aiutarle a mantenere il calore.

My eggs

Eccole qui che rozzolano anche in pieno inverno! Non hanno paura di niente!

Chicken !

Come vedete i passaggi sono semplici e di facile reinterpretazione!

D’altronde, “Non si può pensare bene, amare bene, dormire bene se non si ha mangiato bene” Cit.

Vivy

Macrolibrarsi.it un circuito per lettori senza limiti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

33 commenti su “Le galline della nonna – Come avere le tue uova bio – parte 1^”